martedì 31 maggio 2016

[GRAPHIC] Pimp my phone: free wallpaper june 2016

Diciamolo, è stato un maggio piovoso e anche a volte un pò freddino. Voglio essere positiva, sono certa che a breve entreremo nel summer mood!
Oggi qui piove, ma sento un pò il profumo del mare perchè ho prenotato il volo per il nostro trasferimento estivo in Puglia.  Quindi con la mente un pochino ho viaggiato...
La scorsa estate meravigliosi gelati hanno animato i miei disegni e alcuni miei lavori, ma sono contenta che anche quest'anno siano i protagonisti indiscussi dell'estate, che vita sarebbe senza gelato? Per cui iniziamola bene! Proviamo a incoraggiarla con colori allegri e festaioli.
Il mio giugno è tanti gelati golosi, pronti per rinfrescare la mente e l'anima, circondati da tantew stelline zuccherine.
Pronti a scaricare il nuovo sfondo gratuito per il vostro smartphone? Basta cliccare QUI, salvare l'immagine e impostara come sfondo sul vostro smartphone o come sfondo delle applicazioni che ve lo consentono. Ricordate di taggare le vostre foto con l'hashtag #pimpmyphoneLPR. 
Condividete il nuovo sfondo con tutti i vostri amici! Condividete questo post o la singola foto sui vostri canali social ricordandovi l'hastag #pimpmyphoneLPR.
Aspetto tutte le vostre fotine! Così entrerete a far parte della mia gallery allegra e colorata.

Che ne dite? Vi piace? Io sono innamorata di questa esplosione di colori!  
Qual'è il vostro gelato preferito? 

venerdì 27 maggio 2016

[GIVEAWAY] La vincitrice del giveaway

Buongiorno a tutte!
Finalmente è giunto il momento di assegnare il premio a chi ha partecipato al giveaway qui sul blog!
Grazie mille per essere passate, per avermi dedicato minuti del vostro prezioso tempo e per avermi portato in giro con voi! Mi avete fatto viaggiare tra la bellissima Turchia, la mia amata Puglia, Praga, una bellissima spiaggia in Sicilia, Barcellona, l'Italia, la Germania e la bellissima California.

In questo viaggio virtuale però, ho sentito un brivido giù per la schiena e provato una piccola dose d'invidia per Lucia che mi ha portato nei boschi della Scandinavia! Ha colpito dritto al cuore, sono corsa sul web a cercare immagini di questi boschi, ho quasi sentito il profumo della natura selvaggia, un pizzico di freddo e in lontananza ho visto qualche animale. Insomma il mio animo selvaggio da amante del freddo ha percepito un richiamo e per questo Lucia sei tu la vincitrice del premio in palio qui sul mio blog!
Voglio far leggere a tutti voi cosa ha scritto:
"Quando si parla di stationery potrei perdere la testa, allora mi ci sono messa di impegno e grazie perché mi hai fatto pensare! Ho girato il mondo facendo gare di orienteering..così non conosco tanto le città ma molto i boschi, e la cosa incredibile è che davvero ogni nazione ha i suoi boschi e ognuno ha qualche caratteristica particolare... Il mio cuore è rimasto nei boschi della Scandinavia..infiniti, in cui senti la pace e insieme un po' l'inquietudine di vedere animali che hai incontrato solo nelle favole..."

Mi raccomando Lucia, scrivimi una mail a lepetitrabbit@gmail.com per indicarmi dove spedire il tuo premio!

mercoledì 25 maggio 2016

[KIDS] Toys: i giochi dei bambini. Wheely bug ape

Scoprire il mondo seduti e comodi (e in sicurezza) è un sogno che si avvera per i momenti di pigrizia acuta di Ettore.
Questa bellissima ape in legno a spinta  è stata regalata a Ginevra quando aveva pochi mesi, ha visto avventure di ogni tipo prima cavalcata da lei e poi da Ettore. La usano per girare per casa, passando da una camera all'altra dandosi spinte più o meno forti. Spesso è oggetto di dibattiti sul chi prima e chi dopo, ma solitamente se la sbrigano da soli.
Il Wheely Bug in sostanza è un girello (ruota a 360 gradi) montato su 4 rotelle che permette ai piccoli di muovere i primi passi e quando si è più grandi di spostarsi in tutte le direzioni. 
Ci sono diversi modelli rappresentanti diversi animali o insetti, sceglierne solo uno è davvero dura!
Wheely Bug prodotto da Wheely Bug  
sviluppa le capacità motorie mano a mano che il bimbo cresce.

lunedì 23 maggio 2016

GIVEAWAY by Le Petit Rabbit

Il viaggio in Olanda è stato bellissimo.
Utrecht è una città che non mi delude mai. Abbiamo camminato moltissimo, visitato il Museo dei treni, visto sole, pioggia, vento, giocato con il nostro cuginetto, assaggiato nuove cose. Vi racconterò tutto nel dettaglio in un post dedicato, perchè magari potrebbe davvero tornarvi utile.

Quello che dell'Olanda mi ha conquistata, oltre il forte senso di civiltà, è l'attenzione che viene posta sulla creatività, a tutte le età.
E' facilissimo incontrare un mercatino di artisiti o crafter, vedere esposte alle finestre di abitazioni creazioni handmade che si possono anche acquistare semplicemente suonando un campanello, ritirare i bimbi all'asilo completamente imbrattati dopo le varie attività, ma felici e selvaggi (come piacciono a me), trovare materiale creativo ovunque.

Chi mi ha seguito sui miei canali social, ha sicuramente visto che mi sono data anche a shopping fondamentale, ho avuto la capacità di rientrare con una valigia piena di nuovi acquisti che userò durante l'anno. Solitamente in Olanda acquisto il materiale per le feste dei bimbi, materiale per il pcakaging di alcuni miei prodotti, materiale stationery di vario tipo, oggetti decor per la camera dei bimbi etc...insomma c'è l'utile e il futile (shhh non diciamolo a Nicholas, l'ho convinto che tutto ci serviva!).
Ho pensato anche a voi! Ebbene sì...non ho potuto fare a meno che programmare shopping anche per voi che leggete questo blog, gli date vita, lo commentate. Insomma come per le amiche reali, ho voluto portare qualcosa anche a voi, amiche virtuali.

Dai miei 3 shop olandesi preferiti HEMA, Xenos e Dille & Kamille ho preso qualcosina per voi creando un piccolo kit della brava stationery&co addicted. In fondo lo siete tutte, vero? Abbiamo più o meno tutte la stessa malattia? Non lasciatemi sola!

In palio ci sono 3 diversi premi ognuno contentente 3 buste in carta, un set di adesivi, una piccola pochette, 1 notebook A4 e un notebook A5.
1 premio è in palio qui sul blog, 1 premio sul mio profilo Instagram (mi trovate come lepetitrabbit) e 1 premio sulla mia pagina Facebook. Potete partecipare su tutti e 3 i social!

Per vincere il kit qui sul mio blog dovete seguire questa semplice regola:
1. Rispondere a questa domanda: "Qual'è il paese più bello che avete visitato? Cosa vi ha fatto innamorare a tal punto da dedicargli un posticino nel vostro cuore? ".

La risposta che più mi piacerà, divertirà, farà innamorare o semplicemente incuriosirà sarà quella vincitrice.

Potete giocare fino alle 20:00 del 26 Maggio 2016. Venerdì 27 maggio qui sul blog alle ore 12:30 proclamerò la vincitrice per questo premio! Una volta scelta la vincitrice la segnalerò qui sul blog, per questioni di privacy dovrà essere poi lei a scrivermi a lepetitrabbit@gmail.com entro 24h per darmi tutte le indicazioni indirizzo per spedirle il suo premio!

Spero che il mio regalino vi piaccia! Sono davvero curiosa di scoprire il vostro Paese del cuore, per un'amante dei viaggi come me sarà meraviglioso rivivere parte dei vostri viaggi!
Buona giornata a tutte!

lunedì 16 maggio 2016

[KIDS&GRAPHIC] Iris la principessa dell'arcobaleno

Da qualche mese ormai, nella mia vita di mamma, sono subentrate le principesse. Ginevra è entrata nella fase del guardiamo un film delle principesse, mi disegni una principessa, voglio essere una principessa, etc...
Ogni sera prima di andare a dormire, come vi ho raccontato QUI, sul suo letto disegnamo sulla lavagnetta magica. E ogni sera tra i disegni c'è una principessa, così che è nata Iris.
Dalla fantasia di Ginevra e dalla mia mano ha preso vita una dolce principessa colorata che vive tra le nuvole e le stelle, ai piedi dell'arcobaleno. Proprio lì dove tutti credono che ci sia un pentolone pieno d'oro, c'è il castello di Iris, soffice come una nuvola. Fuori, nel giardino del castello, vive Menta, il suo amico unicorno con cui passa la maggior parte del suo tempo. Iris ha un segreto, nella tasca del suo vestito ha una piccola nuvoletta che, se strizzata, rilascia piccole gocce colorate, sono gocce di felicità.
Iris è nata guardando Ginevra e la felicità che le batte nel cuore. Iris è nata affinche Ginevra non dimentichi mai che la felicità è nelle cose semplici e inaspettate, come un momento condiviso con chi ti ama, un biscotto dato di nascosto, un bacio strappato all'improvviso, un "ti voglio bene mamma" detto quando meno te lo aspetti.

Se Iris vi ha fatto innamorate, potete trovare QUI alcuni suoi prodotti. 

giovedì 12 maggio 2016

[GRAPHIC] Le Petit Rabbit missione Olanda

Oggi io e i bimbi partiamo per l'Olanda, come da tradizione, raggiungiamo parte della famiglia.
Non vedo l'ora di essere lì, di respirare aria nuova, di camminare per le strade senza capire ciò che i passanti dicono, di parlare un pò in inglese, di vedere mio nipote, di staccare la spina, di svegliarmi presto perchè la luce entra delle enormi fineste, di vedere i mulini, i tulipani, le orchidee, di fare shopping da Hema, da Dille et Kamille, di mangiare le enormi patatine fritte, di scoprire nuovi negozi, di rivedere il museo di Miffy, di entrare in una bellissima libreria dove comprare nuovi libri e qualche rivista.
L'Olanda mi rigenera ogni anno, mi da nuova carica, quella giusta che serve per arrivare all'estate.
Rientreremo tra 7 giorni e per 7 giorni sarò senza computer. Se volete potete seguire il nostro viaggio sui miei canali social, da poco ho anche aperto il mio profilo su Snapchat, mi trovate sempre come lepetitrabbit, lì sarà semplice raccontarvi le giornate con i piccoli video!
Al mio rientro ci sarà una sorpresina...quindi stay tuned!
Buona settimana a tutti voi!

lunedì 9 maggio 2016

[KIDS&GRAPHIC] Le Ice Cream t-shirt in collaborazione con Filo.vero

Le collaborazioni mi piacciono, sempre. Questa l'ho amata perchè con Veronica da uno scambio di mail diciamo di lavoro, siamo finite e chiacchierare delle cose più assurde alle ore più assurde.
Veronica o meglio Filo.vero è una crafter che cuce meravigliosi prodotti per bambini. Se ancora non la conoscete, andate a sbiriciare la sua pagina Facebook QUI e il suo nuovo shop on line QUI.
I prodotti Filo.vero sono confezionati con una precisione sbalorditiva, ha delle manine magiche! Per la sua collezione primavera/estate tra le varie cose ha pensato a dei bellissimi baggy bimbo e bimba abbinati a berrette double face e bavette. I baggy sono disponibili nelle taglie 3-6, 12, 18-24.
Per i bimbi ha cavalcato l'onda della tendenza sufer di quest'anno senza abbandonare le righe che restano un classico intramontabile.
Per le bimbe più romatiche ha scelto delicati fiori e per le più selvagge cuori animalier.

Vi state chiedendo cosa c'entri con lei? Proprio io che non so cucire neanche un bottone? Veronica ha avuto l'idea di abbinare ai suoi baggy una tshirt firmata Le Petit Rabbit.

Così dopo giorni di riflessione ho ritenuto che il filo conduttore che mettesse insieme bimbi-righe-fiori-palme-estate-cuori etc... fosse il gelato. Si perchè non c'è nulla che fermi un bimbo davanti ad un gelato.
Ecco quindi come sono nate le Ice Cream t-shirt disponibili dai 3 mesi fino ai 10 anni che potete trovare in preoder fino al 18 maggio sul mio shop on line! Disponibili in grigio-giallo e grigio-celeste per il maschietto e grigio-rosa fluo, grigio-giallo per la femminuccia.
Le T-shirti sono nate per essere abbinate ai baggy e agli accessori di Filo.vero ed è stato bellissimo combinare l'outfit e ammirare il risultato della nostra collaborazione.
Ovviamente ho deciso di prendere dei baggy per Ettore e ho optato per le righe, ma quando ha indossato le palme in stile surfer non ho potuto fare a meno di prendere per lui anche quelli!
Per le bimbe un pò di brio con la scelta di abbinare un colore fluo!
Che ne dite? Vi piace il frutto del nostro lavoro?

mercoledì 4 maggio 2016

[GRAPHIC] Chi è Le Petit Rabbit? La mia giornata

Qualche tempo fa in questo post vi ho raccontato come è nato Le Petit Rabbit.
Ciò che mi ha reso felice sono state le vostre reazioni. Ero davvero titubante all'idea di un post che parlasse di me, perchè temevo di annoiarvi o di vivere un momento di forte egocentrismo. Invece molte di voi si sono riconosciute nelle parole, altre sono state incuriosite e in molte mi avete chiesto: "Come fai a fare tutto"? Eccoci così ad una sorta di seconda puntata.

Oggi voglio raccontarvi la mia giornata tipo che sono certa somiglia a quella di molte di voi. Come già raccontato sono lavoratrice free lance e mamma allo stesso tempo. Qui non abbiamo nonni, zii o chi per loro a darci una mano nel gestirci. Ci siamo solo io e Nicholas e le nostre scelte in termini di organizzazione familiare. Quindi siamo un continuo incastro in cui i bimbi sono al primo posto. Questo significa che i tempi sono scanditi tra famiglia e lavoro e che la sottoscritta, come tutte le mie colleghe freelance non è un call center che risponde 24h.
 
Curiose di scoprire la mia giornata?
Il primo a svegliarsi è Nicholas, non riesco neanche a pronunciare l'orario in cui si tira sù, posso dirvi che la sua sveglia non la sento mai.
La mia sveglia invece suona alle 7:15 circa, ancora nel letto do un primo sguardo veloce al telefono (trovo sempre qualche messaggio) e poi vado a svegliare Ginevra. Insieme ci dirigiamo verso il bagno in silenzio, ci laviamo e poi la vesto. Infine andiamo a svegliare Ettore e poi si fila a far colazione. Ovviamente questa routine a volte viene modificata da Ettore che si sveglia verso le 6:00 e finisce nel lettone o da Ginevra che si sveglia e viene nel lettone, insomma qui a casa nostra ognuno dorme nel suo letto, ma al mattino presto è concessa qualche eccezione. Durante la colazione loro sono già attivi e ne combinano di ogni tra latte versato, briciole, capricci per quali biscotti mangiare, nel frattempo io sono ancora in pigiama in cerca di caffè.
Una volta pronti, Nicholas passa a prenderli e li porta all'asilo, nel frattempo io do uno sguardo ai social, mi preparo, sistemo un pò la casa del tipo ordino le camere, cucina, giochi ancora fuori posto etc. Casa nostra è perenemmente un campo di battaglia! Più la sistemi più diventa un casino, ho fatto pace con questa cosa e ho imparato a vederla come una casa vissuta! 
Verso le 9:00 mi siedo alla mia scrivania e resto incollata a quella sedia a lavorare fino alle 12:40 circa. La prima cosa che faccio è rispondere a più mail possibili, ma non a tutte, semplicemente perchè altrimenti passerei l'intera mattina a fare solo quello e non porterei avanti il resto del lavoro. Apro i progetti in progress e disegno e disegno e disegno etc...cerco di non distrarmi con il telefono o altro proprio perchè queste sono le ore in cui riesco a lavorare meglio, con la massiama energia e senza distrazioni. Ergo non chiamatemi la mattina, Sam ha imparato benissimo questa regola :).


Alle 12:40 vado a prendere Ettore al Baby Club, torno subito a casa e lui solitamente si addormenta in auto per cui lo metto nel suo lettino e verso le 13:15 pranzo al volo, quasi sempre in piedi. Approfitto di questo momento anche per fare qualche telefonata di lavoro/amicizia del tipo "scusa eh intanto mangio". Dato che questo è il momento di luce migliore, se ho bisogno di scattare foto per i post o dei prodotti del mio shop on line, prendo la macchina fotografica e in super silenzio scatto. Poi torno alla scrivania e continuo il lavoro della mattina, oppure preparo i post per il blog. Dopo di che mi dedico al confezionamento degli ordini, preparo le bolle, verifico se c'è qualche problema e impacchetto tutto.
Solitamente a questo punto, verso le 16:00 circa, Ettore si sveglia e Ginevra torna dall'asilo con il suo papà. Allora lì stacco la spina, cerco di non pensare al lavoro e sto con i bimbi in giro o in casa. Questo purtroppo non avviene sempre, spesso infatti, se siamo in casa faccio la spola tra scrivania e bimbi, perchè "mando questa ultima mail" oppure "vediamo domani cosa devo fare" e i miei sensi di colpa crescono nel mio cuore. Fortunatamente Nicholas è un bravissimo papà, ma soprattutto un marito che mi sostiene e sprona. Ovviamente in queste ore oltre al gioco ci sono anche bagnetti, spesa, commissioni varie inerenti i bimbi da sbrigare.

Verso le 19:00 è l'ora di cena per Ginevra e Ettore, subito dopo anche per me e Nicholas e poi si gioca o si balla, si raccontano storie, si guarda qualche cartone. Arrivano così le 21:00 orario in cui Nicholas prepara e porta a nanna Ettore e io preparo e porto a nanna Ginevra. Insieme disegnamo sulla lavagnetta magica, oppure attacchiamo adesivi su libri di principesse e ballerine. E' un momento tutto nostro e ridiamo per le cose più sciocche.

Messi a nanna, arriva il momento del riordino cucina/giochi/vestiti/CASINO. C'è la guerra dei piatti e bicchieri nel lavandino, briciole con cui potremmo allevare 10 galline, giochi ovunque, colori, fogli, cuscini su e giù, scarpine sotto il divano, etc... Ok è un casino, ma siamo felici e va bene così.  Infine arriva il relax, tra una chiacchiera, un film, un libro. A quest'ora guardo i social, rispondo ai messaggi della giornata. Nicholas mi abbandona abbastanza presto (pover'uomo dalla sveglia che non si può pronunciare).

La cosa che mi fa ridere è che a quest'ora partono le chattate di lavoro o piacere con amiche o con clienti o con clienti diventate amiche. E' un orario abbastanza bizzarro lo so, ma credo sia il momento in cui si è tutti sul divano o già a letto, liberi da pensieri e impegni (e bambini). Sono nate bellissime idee nelle ore notturne e vi sembrerà strano ma alla sera la mia testa va a mille. Se invece non ci sono particolari discorsi da affrontare e mi ritrovo sono sola e soletta allora faccio un pò di ricerca in giro sul web e arricchisco le mie bacheche di Pinterest.

Non vado mai a dormire prima delle 23:30, a quest'ora crollo, cotta come una pera.
La mia, anzi la nostra giornata è sempre molto di corsa, le ore non bastano mai, vorrei più tempo da dedicare al lavoro e più tempo per la mia famiglia, ma la vita è questa, è una formula matematica di ore che mi piace sconvolgere in continuazione, in fondo sono una sovversiva da sempre. Vi ho mai detto che in matematica sono una frana e mio padre è un fisico? E che uno dei miei fratelli anche? No? Un giorno vi racconterò di questo...

lunedì 2 maggio 2016

[KIDS] La cameretta di Ginevra con Archi for little stars

Qualche tempo fa vi ho parlato delle bravissime Archi for little stars e del loro fantastico servizio di progettazione camerette on line.
Ho trovato il servizio utile, perchè sono in fase di riassetto della camera di Ginevra. Circa un anno fa è arrivato per lei il letto da grandi e da allora non sono ancora riuscita a togliere elementi di arredo da neonata per rendere la sua camera adatta alla sua età e alle sue nuove esigenze.
Così ho chiesto ad Alessandra e Daria di lavorare al progetto della camera di Ginevra.

Per pima cosa mi hanno chiesto alcune foto dello stato di fatto e i gusti, le abitudini e le esigenze di Ginevra.
La vera necessità è quella di rendere la camera un ambiente più adatto alla sua età, di trovare una giusta e fruibile posizione ai diversi libri e giochi contenuti nei cassettoni del letto, a iniziare a pensare ad uno spazio con scrivania e a lasciarle comunque il modo di spaziare con la sua fantasia senza darle limiti.
Oggi ero pronta a scattare delle foto in buona qualità, invece proprio per mostrarvi esattamente com'è andata ecco qui sotto le foto che ho inviato alle ragazze di Archi for little stars, foto scattate con il mio smartphone.
Un tempo sotto quel groupage di quadretti c'era il lettino di Ginevra (foto sotto), poi è stato spostato nella camera di Ettore, ma tutti gli elementi sono rimasti com'erano, perchè da eterna indecisa in merito non riuscivo a capire dove mettere cosa.
Oltre allo stato di fatto, utili alla progettazione sono state le misure della camera e le misure degli ingombri dei mobili e arredi che voglio mantenere.
Così dopo appena una decina di giorni ho ricevuto il progetto, accompagnato da una spiegazione dettagliata e una lista della spesa con tutti i link ai prodotti che hanno utilizzato.
Per restare fedele al progetto, vi racconto tutto con le parole di Alessandra e Daria.
"L'obiettivo su cui si basa il progetto è la creazione di più zone dedicate a diverse attività. Pensiamo che una bimba in crescita abbiamo bisogno, non di un pavimento libero da tutto (situazione attuale), ma di più aree dove poter vivere differenti esperienze. Abbiamo, quindi, riposizionato il letto e ottenuto una divisione dello spazio in quattro zone (a, b, c, d):"
AREA LETTURA / GIOCO (zona a): una zona più nascosta dove fare giochi "segreti", leggere e sognare, attrezzata con mensole e libreria per contenere tutti i libri e i giochi
AREA STUDIO / COMODO APPOGGIO (zona b): piani di appoggio dove poter colorare e disegnare
AREA NANNA (zona c): la zona del letto con una luce per leggere un libro insieme alla mamma la sera e una che le faccia compagnia mentre si addormenta.
AREA GUARDAROBA (zona d): una zona specchio vicina all'armadio guardaroba dove potersi ammirare nei suoi cambiamenti... e nei suoi fantastici looks!
La camera è volutamente pulita e pensata per potersi evolvere con il passare del tempo adattandosi alla esigenze della bambina, abbiamo creato un CONTENITORE NEUTRO arricchito da piccoli DETTAGLI che se modificati cambieranno l'atmosfera della stanza e risponderanno alle NECESSITÀ FUTURE. Ad esempio, un domani sotto la zona scrittoio, che abbiamo creato semplice e libera da vincoli, si potrà anche collocare una cassettiera free-standing dove riporre il necessario per scuola e studio...oppure, il rosa che adesso tanto piace a Ginevra l'abbiamo utilizzato per i complementi tessili, cuscini, biancheria, quindi solo come elemento di dettaglio e decor. 
Lo stile e l'atmosfera rimangono sempre un po’ romantici, per non andare in conflitto con gli arredi mantenuti, ma l’effetto finale è più fresco e meno shabby chic... nel momento in cui verranno cambiati letto e armadio potrà evolvere in uno stile nordico come richiesto dalla mamma. I nuovi arredi inseriti, infatti, sono puliti e si prestano ad un ambiente dal design scandinavo.

Che dire, sono rimasta davvero soddisfatta...e con queste bellissime moodboard alla mano Ginevra è riuscita a capire il cambiamento, a intuire la creazione di spazi tutti per lei e ad accettare di rivedere la sua cameretta. Questo si è rivelato un elemeno fondamentale perchè le poche volte che ho spostato qualcosa in camera sua senza renderla partecipe, ha voluto che tutto tornasse dov'era, senza punti di incontro. 
 
Che ne dite? Vi piace il progetto? QUI potete vederlo per intero e scoprire tutti gli altri progetti a cui stanno lavorando le Archi for Little Stars. 
Intanto noi ci stiamo attrezzando, siamo in fase di shopping e presto vi farò vedere la nuova camera!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

From my IG profile