venerdì 25 luglio 2014

My Little Summer #05

Qualcuno sarà ormai partito, qualcuno sarà ormai tornato...insomma, siamo nel pieno dell'estate.
Chissà dove avete trascorso o trascorrerete le vostre ferie: mare, montagna, lago...ammetto che mi piace sbirciare su ig foto di mete differenti dalle mie e viaggiare ogni tanto anche un pò con la fantasia. Immaginare me e la famiglia in montagna o al lago, al fresco, oppure su qualche isola selvaggia...
Oggi con My Little Summer navighiamo. Essì perchè è inutile, non è estate senza aver disegnato, visto o immaginato una barchetta.
Vi mostro un progetto semplicissimo, ma che fa divertire i bimbi. Se c'è acqua il loro interesse è sempre assicurato.
Vi basterà procurarvi un barattolo o un contenitore di vetro trasparente, qualche tappo di sughero, della carta colorata, ago, spago e qualche sassolino o conchiglia per creare il fondale marino.
Una volta fissati, legate tra loro tre tappi di sughero, con carta e stuzzicadenti create la vela. E utilizzando una piccola porzione di tappo di sughero e stesos procedimento create anche la piccola boa. Personalizzate, personalizzate, personalizzate e create il vostro progetto unico.
Potete costruire diverse barchette e usare un contenitore più grande, sono certa che sarà divertente immaginare una piccola regata o semplicemente realizzare una barchetta per ogni componente della famiglia.
Trovate il tutorial completo step by step su Handmade Charlotte, esattamente qui.
Una volta finito, potete appoggiare il barattolo su un comodino o una mensola, decorerà la vostra casetta o camera per tutte le vacanze. Oppure portare il tutto a casa e posizionatelo nella loro cameretta, i ricordi delle vacanze sono sempre un buon pretesto per raccontare storie o ravvivare la loro memoria.
Vi auguro un buon venerdì!
Buon week end e buone vacanze, ci vediamo venerdì prossimo!

venerdì 18 luglio 2014

My Little Summer #04

Eccoci al quarto appuntamento della rubrica My Little Summer. Ormai siamo a metà luglio e nonostante questo tempo incerto che domina la penisola, siamo in piena estate!
Il caldo qui si è sentito e ovviamente l'estate porta con se la voglia di bere bibite fresche. Conservate i vostri cartoni! Più o meno grandi, alti o bassi, colorati o meno, non importa, la parola d'ordine sarà decorarli.
Cercando qui e li ho trovato questo facile progettino a portata di tutti. Saranno i colori, sarà la sua semplicità, ma me ne sono innamorata.
Vi basteranno dei colori acrilici, un taglierino o una paio di forbici e tanta fantasia. Decorate le finestrelle e le porte. Potete osare con piccole tendine o fiorellini da attaccare come fossero fioriere.
Ecco dove ho scovato questo progetto, sul blog Ukkonooa, esattamente QUI. Vi consiglio un giro su questo blog, i finlandesi ultimamente mi stanno dando molte soddisfazioni.
Personalmente adoro questi colori pastello e soprattutto mi piace la pennellata imperfetta della mano di un bambino. Sono giochi per loro, non dobbiamo mai pretendere che siano perfetti.
Divertitevi a creare il supermercato, la stazione, la panetteria, la gelateria magari rifacendovi ai posticini che frequenterete durante le vostre vacanze.
E poichè non si butta via mai nulla, usate gli scarti per realizzare delle piccole figure umane stilizzate.
Che ne pensate? Avete sete?
Buon week end a tutti, ci vediamo venerdì prossimo!

venerdì 11 luglio 2014

My Little Summer #03

Da sempre sono innamorata dei tepee. Da piccola adoravo costruirmi i miei nascondigli in casa. Riuscivo sempre a recuperare lenzuola ormai non utilizzabili e tra tavoli e bastoni riuscivo a mettere su la mia casetta.
Lo scorso inverno non mi sono lasciata scappare il giusto momento per costruirne una per la mia nanetta. Con qualche difficoltà tecnica, il tepee ha comunque retto ed è stato un divertimento continuo. Ma mi sono sempre detta che dovevo perfezionarlo, renderlo stabile e sicuramente dargli quel tocco in più che cerco sempre, dargli una dimensione più magica.
Così cercando cercando ho trovato il progetto perfetto. Lo metterò realmente in pratica dopo l'estate, ma approfitterò di questi mesi per cercare le stoffe giuste.
Il progetto che vi presento è opera della bravissima Sofia e trovate tutte le meravigliose foto e il passo passo sul suo blog Mokkasin. Se ancora non la conoscete vi consiglio un giro tra i suoi post, lasciano a bocca aperta!
Photo by Jonas Gustavsson from Mokkassin

Come anticipato, avendo provato a costruire un tepee con dei bastoni comprati in un negozio di bricolage, ho capito che ci sono due segreti fondamentali affinchè la struttura sia solida e stabile. Legare bene i bastoni in alto e soprattutto collegare anche i bastoni in basso tra di loro, affinchè il tepee non tenda a chiudersi. Potete utilizzare altri bastoni come in questo progetto o dello spago.
Bene dopo aver realizzato la struttura, ecco a voi il tocco magico di Sofia, con tessuti acquistati al mercato delle pulci, tanta pazienza, nodo dopo nodo, ha creato un tepee unico.
Sono innamorata di questo progetto. E questo tepee spero sia di spunto anche per voi. Come in queste foto potete usare delle canne di bamboo, dismettere vecchi panni o cercare tessuti ad hoc. Certo ci vuole un pò di pazienza ad annodare ogni singolo pezzo di stoffa, ma poi sarete soddisfatti del risultato. 
Io dedicherò questi mesi alla ricerca delle stoffe perfette, perchè vorrei un risultato wow! Tra i mercatini pugliesi e gli artigiani di Alberobello e simili sono certa che troverò ciò che sto cercando.
E se volete fare una cosa più easy, usate delle vecchie lenzuola, coprendo per bene la punta e poi la parte inferiore della struttura. La cosa bella del tepee è che in un attimo lo smontate, trasportate e poi potete sempre riaprirlo e personalizzarlo nuovamente.
Che sia per il giardino, per una festa di compleanno a tema, per la cameretta dei nani, sono certa sarà un successo!
Chi mi segue in questa avventura?

venerdì 4 luglio 2014

My Little Summer #02

Da piccola ero un'accanita decoratrice di diari, scolastici o estivi che fossero. Rido a ripensare che alcune amichette mi davano i loro diari affinchè li decorassi un pò! Avevo una certa manualità e pazienza nel fare scritte colorate, sfumate, in 3d etc...Custodisco ancora gelosamente i miei diari e quando sono qui in Puglia li sfoglio un pò.
Oltre ai diari producevo scatole di ricordi, ogni viaggio era una scatoletta con dentro sassi, fiori, scontrini etc...insomma avevo il mio diario estivo dei segreti.
E quando sono incappata in questo progetto, ho avuto un tuffo al cuore...l'ho trovato bellissimo nella sua semplicità! Adesso che la nanetta raccoglie di tutto, ho pensato che potesse essere bello aiutarla quest'anno a creare il suo Libro dei Tesori estivo, fatto di tutto ciò che le sue manine e il suo sguardo saranno capaci di scegliere.
Vi serviranno:
- glassine o semplici bustine di carta craft (anche se in vacanza potete chiedere ad un gentile fruttivendolo o panettiere di regalarvene qualcuna)
- forbici
- colla
- nastro adesivo o se preferite whasi tape
- spago
- carta colorata e cartoncino
e in ultimo ovviamente i vostri tesori!
Prendendo come riferimento la misura delle vostre glassine, create con carta o cartoncino una copertina un pò rigida oppure correte in fondo al post per una piccola sorpresa. Dopo, semplicemente incollando tra di loro le glassine o bustine di carta, create tante taschine dove inserirete tutti i vostri tesori. Usate nastri adesivi colorati, foglie, fiori, ritagli per personalizzarlo come desiderate, come sempre, lasciatevi ispirare dalla fantasia!
Alla fine delle vacanze potrete appenderlo nella cameretta dei vostri piccoli, sarà piacevole anche nelle uggiose giornate invernali sfogliarlo per ricordarvi delle vacanze estive.
Trovate il tutorial e le spiegazioni complete di Véronique by Pichouline sul sito Bloesem Kids esattamente QUI.

In ultimo ho pensato di farvi un piccolo regalo estivo, se volete QUI potete scaricare il file per la copertina del Libro dei Tesori by Le Petit Rabbit, un piccolo incentivo per dare il via al vostro progetto!
Vi auguro un buon week end e vi aspetto qui venerdì prossimo con un altro progetto!

giovedì 3 luglio 2014

Un sogno chiamato Le Petit Rabbit

Qualche post fa vi ho parlato del mio mood sognare, oggi voglio condividere con voi come tutto è cominciato, come il sogno è diventato realtà e come spero di farlo crescere.
In casa ERO viveva una famiglia un po’ movimentata. Con un amorevole marito, lì abitava Giulia, art director junior che faceva la pendolare tra due città.  Aveva acquisito moltissime capacità tecniche, ma aveva anche presto maturato di non essere sul percorso giusto. Aprì questo blog e piano piano prese confidenza con post, link, social, etichette, statistiche... 

Si è trasferita così nella casa SONO. Ha lasciato il noioso lavoro e si è dedicata al suo blog. Li ora è un piccolo piccolo piccolo riferimento nel mondo wedding. I quasi tre anni di blog le hanno permesso di specializzarsi, diventare più professionale, conoscere un mondo che la pensa come lei, scoprire dove ispirarsi e perdersi, organizzarsi. Ha scoperto carte, tipografie, nuove letture, sonni tranquilli ma anche serate a confezionare. E’ diventata mamma, ha comprato una macchinina. 

Presto però si trasferirà nella casa SARO’. La strada per arrivarci è lunga e non semplice. Ma lei è contenta. La percorrerà piano piano, seppur i suoi strumenti di viaggio saranno velocissimi.

Vorrebbe diventare un valido riferimento per il mondo wedding, 
conoscere altri professionisti del settore con cui sviluppare 
progetti interessanti e soprattutto Nuovi. 

Vorrebbe essere più costante e puntuale nella cura del blog 
per essere più vicina ai suoi lettori. 

Vuole scoprire nuove font, progetti emozionanti 
e consumare moltissime puntine della sua penna grafica. 

Vorrebbe non perdere la sua reale capacità di sognare. Fa parte di lei. 

Vorrebbe essere più sicura delle sue capacità abbandonando i tentennamenti. 

Vorrebbe trovare gli ingredienti giusti per LA RUBRICA, 
uno spazio che aiuti i suoi lettori a sognare e progettare.

Vorrebbe imparare a fare scatti fotografici che possano essere salvati,
condivisi, pinnati, seguiti, commentati...

Vorrebbe diventare Le Petit Rabbit plus, e spera che voi ci sarete.

Grazie a Barbara, Ilaria e Valentina e al Blog Lab
Team perfetto, ottime insegnanti, motivatrici e consigliere.
Casa SARO' avrà delle solide fondamenta anche grazie a voi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

From my IG profile